IL PROGETTO STAGES

Il progetto STAGES, finanziato all’interno del 7° Programma quadro per la Ricerca, ha l'obiettivo generale di sfruttare al meglio l'opportunità senza precedenti, prevista dalla Commissione Europea, di superare la logica dei progetti pilota e di lanciare strategie di cambiamento strutturale per affrontare i molteplici aspetti del problema della disuguaglianza di genere nella scienza, adottando una prospettiva integrata, che coinvolge profondamente la gestione delle risorse umane negli istituti di ricerca, modificando e introducendo la dimensione del genere nei suoi principi di base.

Il progetto STAGES possiede un carattere fortemente innovativo e si fonda sull’obiettivo di avviare e realizzare, a livello europeo, dei cambiamenti strutturali rispetto al tema delle pari opportunità nella scienza e nella ricerca, attraverso la definizione, l’adozione e la attuazione di azioni, pratiche e interventi rivolti ad realizzare concretamente tali cambiamenti all’interno delle istituzioni scientifiche e di ricerca, secondo un modello comune europeo, attraverso l’adozione di piani d’azione ad hoc interni, concreti e misurabili.

Il progetto, della durata di 4 anni, ha ricevuto finanziamento dalla Commissione Europea ed è co-finanziato dall’Ispettorato generale per i rapporti con l’Unione Europea del Ministero dell’Economia e Finanze .

In particolare, il progetto in oggetto ha tre obiettivi:

1. Introdurre attraverso adeguati piani d’azione le donne in tutti i livelli di gestione delle organizzazioni partecipanti e delle istituzioni di ricerca;

2. Comprendere le dinamiche che si verificano con gli interventi strutturali di cambiamento con l’analisi costante, il monitoraggio e la valutazione dei processi attivati in modo da creare pratiche di formazione reciproche tra i partner;

3. Diffondere tra le università europee e gli istituti di ricerca, le iniziative di uguaglianza di genere avviate in tutti i livelli di leadership e tra i partecipanti che sono stati interessate al cambiamento anche indirettamente.

Il consorzio del progetto è composto, oltre che dal Dipartimento per le Pari Opportunità-DPO il quale svolge il compito di coordinatore unico, da i seguenti partner internazionali :

  • Università Statale di Milano- Italia
  • Fraunhofer Gesellschaft – Germania
  • Aarhus Universitet – Danimarca
  • Universitatea Alexandru Ioan Cuza-Romania
  • Radboud Universiteit- Olanda
  • ASDO Associazione- Italia

I suddetti partner progettuali hanno predisposto un piano d'azione su misura, concordato con il DPO, contenente una serie di misure concrete per aumentare la presenza delle donne all’interno delle proprie strutture e comprendente attività tra le quali :

  • aumento della consapevolezza di genere negli organi di alto livello istituzionale;
  • moduli di formazione sulla parità di genere per i responsabili decisionali interni;
  • programmi di tutoraggio per le giovani scienziate;
  • azioni per migliorare la visibilità delle scienziate;
  • aggiornamento degli standard della gestione e della valutazione della ricerca;
  • sviluppo di contenuti didattici;
  • sviluppo della leadership;
  • misure volte all’equilibrio tra lavoro e vita di privata;
  • quote di genere nelle commissioni;
  • politiche di promozione e di conservazione delle risorse umane.

Nella prima fase del progetto la negoziazione tra il DPO e tutti gli attori interessati avrà un ruolo chiave per assicurare l'efficacia dei piani d'azione e la sostenibilità futura delle azioni dopo il termine del progetto. Considerata infatti l’importanza di attuare azioni che siano in grado di garantire risultati eccellenti anche dopo la fine del progetto ( questo chiede espressamente la Commissione Europea) il DPO provvederà alla supervisione e monitoraggio di tutte le attività intraprese dai partner all’interno dei loro piani di azione durante tutta la fase progettuale, dalla redazione dei contenuti all’attuazione vera e propria delle azioni individuate da ciascun ente.

newsletter ita 01
newsletter ita 02
newsletter ita 03

RT @AWildberger: It's not about shrink it and pink it!Gender in curricula and research design #SAPGERIC.
RT @Jennifer_Dahmen: We need more funded #European #gender research, not only gender researchers who are 'used' in supporting actions #Liis
RT @EU_ScienceChief: At SAPGERIC Conf promoting gender equality in research inst. I hear that gender equality is a luxury - no, it's inequa…
#SAPGERIC The President of the Republic of Lithuania Ms Dalia Grybauskaite http://t.co/koxnFSmaqw
RT @curtrice: A wonderful video for recruiting girls to STEM! http://t.co/pQZrcirAh1